IC LUCATELLI

NEL REGNO DI CENERENTOLA

Print Friendly, PDF & Email

 

 

Un omaggio all’opera lirica e al compositore Gioacchino Rossini nel 150’ anniversario dalla sua morte, il saggio di fine anno scolastico dell’Istituto comprensivo Lucatelli di Tolentino. La messa in scena di un progetto ambizioso realizzato dal plesso tolentinate in collaborazione con l’associazione Opera di Tolentino dove 300 studenti e studentesse dai 4 ai 12 anni si sono resi protagonisti dell’opera buffa per loro riadattata: “Cenerentola, ossia la bontà in trionfo” del compositore pesarese. Quattro serate andate in scena lo scorso fine settimana al Teatro Spirito Santo di Tolentino.

«Grazie ad un bando del MIUR vinto dal nostro Istituto e al supporto dell’amministrazione comunale – spiega il dirigente scolastico Mara Amico all’apertura del sipario – abbiamo ottenuto i fondi per la realizzazione di un progetto che è stato scelto per due ragioni principali. La prima perché un lavoro in continuità, concepito con tutti i tre gli ordini di scuola, dall’infanzia sino alla secondaria di primo grado. Riteniamo che ogni istituto comprensivo quale è il Lucatelli, debba caratterizzarsi proprio da un lavoro svolto appunto in continuità, attraverso il quale i nostri bambini, lavorino insieme e conoscano le tre diverse ma consecutive realtà. La seconda ragione è l’importanza che le arti, quindi: il teatro, la musica, la danza, il canto e la recitazione, hanno nella formazione dei nostri studenti. Esse sono propedeutiche a tutti gli altri saperi. E’ importante che i nostri ragazzi si cimentino nelle arti e le conoscano, che ne siano i protagonisti perché anche questo è parte della loro formazione. La nostra scuola crede che la società civile sarebbe migliore se la musica o l’arte – sotto qualsiasi forma – fosse più presente nella vita di ognuno di noi. Un doveroso e particolare ringraziamento va alle ideatrici del progetto: le insegnanti Antonella Gullinelli e Nadia Dignani».

Una Cenerentola specialissima iniziata con la proiezione del video (per motivi di spazio) de “L’ ouverture” di Rossini suonata dall’orchestra d’Istituto e diretta da professor Maurizio Gibellieri. Straordinari i giovani artisti che hanno calcato le scene cimentandosi nella recitazione, nel canto e nella danza, travestendosi ironicamente e calandosi nella parte come dei veri attori teatrali. Le coreografie dello spettacolo sono state curate da Alessia Tiberi dell’Alchemy Dance Studio assieme alla ballerina Gloria Uriani accompagnati dalla pianista Sara Zampetti. Curati nei minimi dettagli i costumi di scena realizzati grazie al contributo e la pazienza dei genitori. Cenerella, le sorellastre, il principe, i topolini, persino lo specchio parlante, c’erano tutti i personaggi della favola dove la bontà è una virtù che trionfa e rende tutto possibile.

Presenti in sala l’attore tolentinate Fabrizio Romagnoli, la presidente dell’Associazione Opera il mezzosoprano Serena Pasqualini ed il direttore d’orchestra Massimo Paolella, che nel corso dell’anno scolastico, durante la preparazione dello spettacolo, hanno impreziosito alcune lezioni con la loro esperienza, volte alla conoscenza della lirica sotto l’aspetto vocale, storico e rappresentativo. Bravissimi ed instancabili i coristi e le coriste d’Istituto diretti dal professor Fabiano Pippa che hanno accompagnato tutta l’opera lirica nelle quattro serate. Il tocco grafico per il bozzetto delle locandine e la stampa sulle t-shirt è stato curato dalla professoressa Milena Mengoni. Un adattamento pensato per il pubblico dei bambini che restituisce a pieno tutto il fascino dello spettacolo operistico, sia sul piano musicale che scenografico. Un ringraziamento speciale è andato a tutte le insegnati ed i docenti delle classi coinvolte per il grande lavoro svolto con i propri studenti ma anche su loro stessi direttamente coinvolti nella formazione.

 

Il progetto “ La Cenerentola” su cui  l’Associazione Opera ha  puntato molto,ha lo scopo finale di portare tutti i bambini/ ragazzi, accompagnati dai genitori a conoscere l’opera lirica.

Introdurre all’opera, all’ascolto, alla visione della rappresentazione, spettatori così giovani è una grande vittoria per la cultura, per il teatro e per l’arte in generale. Le nuove generazioni dovrebbero essere sempre stimolate alla conoscenza, alla scoperta della cultura e dell’arte in tutte le sue forme.

 

Il 14 -16 – 17 e 21 luglio 2019 ore 21,00  a Camporotondo di Fiastrone andrà in scena l’opera lirica La Cenerentola di Rossini per il TeatrOpera Festival 2019 l’Arte per il territorio